img 0999940776
img Via Pescherecci, 16 - Lama - Taranto

Itinerari Taranto

Cosa vedere a Taranto:

Colonne del tempio dorico di Poseidone - piazza Castel S.Angelo - Ponte Girevole

Nei pressi di Piazza Castello, sul luogo in cui sorgeva la chiesa della Santissima Trinità, sono ancora visibili i resti di un maestoso tempio dorico del VI secolo a.C., dedicato a Poseidone, il dio greco del mare, o a una divinità femminile. Si tratta di alcune colonne scanalate – costruite con rocchi di pietra carparo, cavati almeno in parte nelle immediate vicinanze – che appartenevano al colonnato settentrionale della struttura.

Il tempio stesso è il più antico di tutta la Magna Grecia e rappresenta l’unico edificio del genere ancora visibile nella Città vecchia. La sua costruzione è probabilmente coeva, o di poco posteriore, all’arrivo a Taranto della colonia dorica guidata da Falanto (ca. 706 a.C.).

Il ponte girevole di Taranto e il suo castello Aragonese sono due delle attrattive imperdibili di Taranto, città situato tra il Mar Grande e il Mar Piccolo.

Link Utili:

Colonne del Tempio dorico di Poseidone: storia e curiosità

- Castello Aragonese (sito ufficialeTour a 360°)

- Ponte Girevole: storia e curiosità

 

Museo Archeologico Nazionale - Museo Medievale – Palazzo Fornaro

Il più importante museo archeologico è il Museo archeologico di Taranto, fondato nel 1887. L’edificio si dispone su due piani: al primo troviamo la sezione greco – romana; al secondo ammiriamo la sezione preistorica risalente al Paleolitico e all’età del Bronzo.

Nel borgo, da non perdere la visita al Museo archeologico, storico museo nazionale, con le sue esposizioni e, chicca per gli appassionati, i dipinti di scuola napoletana provenienti dalla Collezione Ricciardi.

Link Utili:

Museo Archeologico Nazionale (Marta):(sito ufficiale)

- Taranto Città Vecchia: Palazzo Fornaro

 

Chiostro ex convento S. Domenico - Cattedrale San Cataldo di Taranto - Isola di San Pietro

Ci sono dei giri turistici in traghetto verso l’isola di San Pietro ma anche su tutto il Lungomare e il Mar piccolo da dove si riesce ad aprezzare l’intera città di Taranto, sia la parte vecchia che quella nuova.

Link Utili:

Chiostro ex convento S. Domenico

- Cattedrale San Cataldo di Taranto (sito ufficialeTour Fotografico)

- Isola di San Pietro

- Lungomare di Taranto: un panorama mozzafiato

 

Il Cristo del Mare - Arsenale M.M

Il Cristo del mare – la statua è collocata a 10 mt. di profondità, al largo di Capo S. Vito

Arsenale M.M. – mostra storica artigiana dell’Arsenale M.M.

La visita della mostra storica artigiana dell’Arsenale Militare Marittimo di Taranto può rivelarsi una vera sorpresa. Occorre prenotare telefonando allo 099-7752211 per concordare giorno e ora della visita e inviando poi una email con almeno due giorni di anticipo nella quale bisogna precisare il nome ed il cognome dei partecipanti, nonché il giorno e l’ora concordati per la visita. La visita può essere effettuata tutti i giorni feriali (dal lunedì al venerdì) dalle ore 8.15 alle 12.15 e nel pomeriggio dalle 13.30 alle 15.15.

Il personale stesso guida i visitatori alla scoperta di residui bellici, dei siluri a lenta corsa o maiali, dei m.a.s. (o motoscafi anti sommergibile, che furono utilizzati per compiere azioni di sabotaggio contro la flotta nemica austriaca), accompagnandoli in un viaggio attraverso la storia del secolo scorso. Bellissimi e perfetti i modelli delle navi da guerra. Di impressionante bellezza, fa mostra di sé una stupenda polena di nave.

Molto ricca la collezione di opere d’arte realizzate dagli operai dell’Arsenale e dei piani di costruzione delle navi tra cui quelli dell’incrociatore Puglia, varato nel 1898 ed oggi visitabile al “Vittoriale”, a Gardone Riviera. Altra “chicca” è la lamiera dello scafo del Giulio Cesare con lo squarcio subito durante la Battaglia di Punta Stilo. In definitiva una visita da non perdere, soprattutto da chi ama la storia, considerando anche il fatto che la visita è completamente gratuita.

Link Utili:

-  Il Cristo del Mare: wikipedia

- Arsenale M.M.: Galleria fotografica

 

Jonian Dolphin Conservation

Attraverso il ponte girevole che scavalca il canale navigabile, si entra nella città vecchia. Sulla sinistra sorge la poderosa mole trapezoidale del Castello Aragonese, costruito alla fine del ’400 e successivamente ampliato. Questa splendida struttura architettonica è ancora abitata dalla marina militare, con il compito di saluto alle navi da guerra che passano nel canale quando escono per vari motivi logistici, mediante l’apertura del ponte girevole e l’alza bandiera o ammaina bandiera alla sera.

Dal 2009 la Jonian Dolphin Conservation svolge attività di ricerca scientifica e di tutela sui cetacei del Mar Ionio. Da quest’anno potrai partecipare attivamente salendo a bordo del nuovissimo catamarano da ricerca TARAS progettato e realizzato appositamente per coinvolgervi nelle attività di tutela e salvaguardia dei cetacei presenti in queste acque da oltre 4.000 anni. Tu, con i ricercatori della JDC identificherai gli esemplari fotografando la loro pinna dorsale (foto identificazione), ascolterai e registrerai fischi e clicks degli esempalri (vocalizzazioni), raccoglierai dati di valutazione ambientale delle acque del Mar Ionio (parametri oceanografici) e compilerai le schede di avvistamento cetacei. Tutti questi dati saranno trasmessi e consultabili sull’Obis-Seamap (Ocean Biogeographib Information System) e continueranno ad integrare il nostro database. Durante tutte queste attività, l’equipaggio del catamarano TARAS ti farà anche degustare specialità locali. Partecipando a “Sulla rotta di TARAS”, sarai immediatamente associato ed accedendo al nostro sito web potrai iscriverti alla mailing-list per essere sempre informato su tutte le attività che svolgiamo anche grazie al tuo contributo. La tessera con il tuo Numero ID ti sarà consegnata all’imbarco. Si mollano gli ormeggi alle ore 10:00 dal Molo Sant’Eligio (C.so Vitt. Emanuele II, n.1 – Taranto). L’imbarco consigliato è di 30 minuti prima. Lo sbarco alle 15:30 circa sempre al Molo Sant’Eligio. ESPLORARE, con RISPETTO per COMPRENDERE. Questo il motto, che piace tanto ai più piccoli, “gli adulti di domani”.

Link Utili:

-  Jonian Dolphin Conservation: sito ufficiale

 

Galleria Fotografica